Articoli

FAMI Multiazione-Progetto InterAzioni in Piemonte, Azione 2 FacilitAzione (2017 - 2018)

Il progetto è stato promosso dalla Regione Piemonte e co-finanziato dal Ministero dell'Interno e dall'Unione Europea nell'ambito del Fondo Europeo per l'Integrazione 2014-2020. Cicsene ha partecipato al progetto in qualità di partner insieme a Confcooperative Torino e Fondazione Don Mario Operti, riuniti in ATS.

Il progetto, avviatosi nell'aprile 2017, ha avuto come scopo il miglioramento della qualità e della coerenza dell'offerta di servizi territoriali mainstream/generalisti, e la loro rispondenza alle effettive esigenze della popolazione immigrata (efficacia) agendo sulla governance degli stessi e sulle modalità operative. Si è proposto inoltre di migliorare l'accessibilità e la fruibilità dei servizi da parte dei migranti.

Gli obiettivi specifici del progetto, relativi a cinque aree territoriali del Piemonte (Novara, Vercelli, Biella, Verbania, Asti, Alessandria, Cuneo, Torino) sono stati 5.

Leggi tutto...

Collaborazione con il Comune di Jesi (dal 2016)

É in corso di realizzazione una collaborazione con il Comune di JESI, ed in particolar modo con l'Azienda Socio Sanitaria Locale ASP Ambito 9, per l'avvio in loco del "Progetto Abitare", finalizzato ad affrontare, in modo innovativo ed efficace, il tema del disagio abitativo delle fasce deboli della popolazione.

A seguito di un preliminare momento formativo, condotto nel gennaio 2016, visto il reciproco interesse a proseguire nel dialogo intrapreso, è stata concordata un'ipotesi di collaborazione per facilitare/accompagnare in loco lo start up di un processo di accompagnamento all'abitare per fasce grigie. La collaborazione prevede 4 macro fasi di lavoro, tutt'ora in corso:

1. co-progettazione e costruzione presupposti del processo

2. affiancamento intensivo

3. suivi per attivazione piano mutualistico salvaffitto e/o altre forme di garanzia

4. consulenza a distanza

SISTEMA ABITARE: sviluppo del modello regionale di intervento in rete (2016 - 2017)

Si è concluso nel giugno 2017 il progetto "Sistema Abitare: sviluppo regionale del modello di intervento in rete" promosso da Cicsene e sostenuto da Fondazione Cassa di Risparmio di Torino. L'iniziativa ha inteso mettere a disposizione di alcuni territori piemontesi aventi già manifestato interesse per il Sistema Abitare (in particolare le province di Cuneo, Asti e Torino) il modello di intervento in rete maturato e sviluppato nell'area torinese, favorendo occasioni confronto e scambio. Tavoli di lavoro con potenziali stakeholders interessati ad entrare a far parte della rete, workshop di aggiornamento, monitoraggio, formazione continua per operatori sui 3 territori target, occasioni regionali di incontro e riflessione comune e un dossier di approfondimento sull'abitare sociale e sostenibile sono stati gli elementi centrali su cui il progetto ha fondato la sua operatività. Risultati previsti dal progetto sono stati il consolidamento della rete multistakeholders regionale Sistema Abitare, l'attivazione di nuovi nodi territoriali segnalatori di bisogni e attivatori di risposte, ed il rafforzamento delle loro potenzialità di intervento tramite strumenti ed opportunità di formazione.

SISTEMA ABITARE: Piemonte in rete ( 2017 - 2018)

Il progetto, promosso da Cicsene e sostenuto da Compagnia di San Paolo, ha rafforzato su scala regionale il modello Sistema Abitare valorizzando l'esistente quale forza motrice di esternalità positive, con l'obiettivo di incrementare/diversificare/rendere più accessibili e note le opportunità di accesso all'alloggio in Piemonte per la fascia grigia della popolazione.

Il progetto ha previsto una propedeutica implementazione del Sistema Abitare su scala regionale, tramite tavoli di lavoro, nuove sottoscrizioni, opportunità formative e azioni di networking interne; altrettanto fondamentali le attività di comunicazione e di promozione realizzate tramite il rafforzamento di canali web, diffusione di brochure e materiali identificativi della rete, nonché tramite l'introduzione di una newsletter trimestrale.

Sono stati previsti anche momenti di promozione della rete su scala locale, e di confronto nazionale tra stakeholders in materia di housing sociale.

Ritrovare la strada di casa. Accompagnamento sociale e sostegno al lavoro e all'abitare ( 2015 - 2016)

Si sono concluse le attività del progetto "Ritrovare la strada di casa. Accompagnamento sociale e sostegno al lavoro e all'abitare", sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese e promosso da Cicsene, in collaborazione con Idea Lavoro Onlus.

Il progetto si è proposto di contribuire a contrastare il disagio nell'area metropolitana torinese attraverso azioni trasversali di sostegno al lavoro e all'occupabilità. Due i filoni sui quali si è concentrato il lavoro:

rilevare e mappare le opportunità occupazionali che, nonostante la crisi, ancora vi sono sul territorio per i soggetti portatori di medium/low skills. Dieci i profili professionali individuati, di cui sembra esserci maggior richiesta sul mercato del lavoro piemontese e soprattutto torinese;

ri-orientare al lavoro persone fragili, al momento disoccupate o prive di lavoro stabile, offrendo loro nuove prospettive, punti di vista e ambiti di ricerca, accompagnandoli in un percorso di riprogettazione, con bilancio di competenze, orientamento sul territorio ai lavori possibili e alla formazione necessaria. 33 i beneficiari seguiti ed accompagnati attraverso incontri individuali e momenti collettivi, nell'ottica di offrire loro una "cassetta di attrezzi" quanto più possibile ampia e ricca di strumenti.

Disponibile e scaricabile on line il paper di lavoro prodotto nell'ambito del progetto. Il paper si rivolge a tutti gli operatori che, nella quotidianità, si rapportano con persone fragili, a rischio povertà: trattasi di riflessioni, proposte, strategie per affrontare con la dovuta consapevolezza e competenza le situazioni delicate che spesso si incontrano. A disposizione anche una mappatura dei profili professionali low skills di cui sembra esserci maggiore richiesta oggi, sul mercato del lavoro piemontese e soprattutto torinese.