Articoli

PQ. IL PORTIERE SEI TU! Protagonismo civico e servizi in rete per l'abitare (dal 2018)

Il progetto è promosso da Cicsene, in partenerariato con Circoscrizione V° di Torino, ATC Torino, Novacoop-Presidio Soci di Corso Molise, Casa del Quartiere le Vallette, Biblioteca Civica F.Corgnasso, Associazione Volontariato Auser, Istituto Padre Gemelli, Polisportiva A.S.D. Campus, Parrocchia Beato Pier Giorgio Frassati, UniTre Torino Metropolis, Circolo Legambiente l'Aquilone. L'iniziativa è sostenuta dalla Fondazione CRT.

Obiettivo generale del progetto è migliorare la qualità della vita e dell'abitare di quartiere, reinventando la funzione tradizionale del portierato di condominio, consolidando reti locali per integrare in modo efficace risorse di livello macro (Sistema Abitare) e micro (welfare comunitario), sperimentandone la traduzione operativa e sinergica a partire da un'area urbana periferica e fragile, quella di Lucento/Vallette.

Obiettivi specifici del progetto sono:

• migliorare la qualità dell'abitare della comunità locale dell'area urbana perifica di Lucento/Vallette

• promuovere la partecipazione attiva, il protagonismo, l'aggregazione e la condivisione tra i residenti

• innescare meccanismi rigenerativi, tramite lo sviluppo di servizi collaborativi capaci di mettere in circolo le risorse individuali e collettive degli abitanti

• sostenere le fasce deboli nella loro dimensione abitativa e di vita quotidiana, contribuendo alla ritessitura di legami sociali di prossimità e reciprocità.

UNA SQUADRA PER IL QUARTIERE (2017)

Il progetto è stato promosso dal Cicsene e dal Presidio Soci Coop della Novacoop di Corso Molise in collaborazione con l'Associazione Polisportiva Campus e sostenuto con il contributo della Circoscrizione 5 della Città di Torino.

Il presente progetto ha previsto la costituzione di una squadra di calcio a 5, i "Red devils Parenzo", formata da 14 ragazzi in situazioni di vulnerabilità socio-economica residenti nel quartiere di Lucento/Vallette.

L'obiettivo del progetto è stato di attivare un processo di coinvolgimento dei giovani del quartiere, di renderli protagonisti nel processo di riappropriazione dello spazio pubblico e allo stesso tempo di coinvolgerli in un processo di "autoefficacia" che potesse anche rappresentare per il loro futuro un esempio positivo in grado, quindi, di generare nuove progettualità.

Il progetto ha offerto l'occasione di avviare un dialogo intergenerazionale tra gli adulti che hanno organizzato e formato la squadra, e i giovani che la compongono.

In un quartiere dal forte individualismo, ha offerto l'occasione di consolidare legami sociali tra gli abitanti del quartiere, i giovani residenti in via Parenzo e i "nuovi cittadini" da poco inseritisi nel tessuto sociale.

PROSSIMA-MENTE IN RETE. Comunità protagoniste di azioni solidali (2017 - 2018)

Si sono concluse le attività del progetto promosso dal Cicsene in partenariato con Lvia, Obiettivo Fraternità Onlus, Prati-Care Onlus e

con il contributo di      CSP marchio ORIZZ POS colore

Il progetto ha proposto un'azione di capacity building di comunità e di contrasto alla povertà, agendo su .su quattro aree specifiche della Città di Torino e precisamente:

• Circoscrizione 2: nel perimetro sito tra Via Poma e Via Scarsellini, area di alta concentrazione ERP

• Circoscrizione 5: zona Lucento, nel perimetro limitrofo a Piazza Aleramo Beccuti, area caratterizzata da popolazione prevalentemente anziana, socio-economicamente fragile, con alta concentrazione ERP

• Circoscrizione 8:

- San Salvario, in particolare agendo sull'area di Via Ormea, Via Nizza e Largo Saluzzo, area ad alta concentrazione ERP, tradizionalmente nota per micro-criminalità

- area dell'Ex Villaggio Olimpico, con riferimento a Via Pio VII, Piazza Galimberti, Via Giordano Bruno, ad alta concentrazione ERP, ma altresì connotata per tensioni sociali

Obiettivo è stato contribuire a contrastare le diverse forme di povertà emergenti sviluppando un sistema di azioni coordinate di lotta allo spreco/promozione del recupero con un approccio "home and community based", facenti perno sulle relazioni di quartiere, di vicinato, di prossimità ed alimentando forme di welfare comunitario e relazionale in grado di attivare risposte bottom up rapide, efficaci, complementari, innovative.

Quattro i principali filoni di azione realizzate:

1. Portici Boutique: una Boutique itinerante, che dà nuova vita agli abiti smessi dai cittadini secondo il principio dello "scambio senza moneta"

2. Arte Migrante: spettacoli pubblici aperti a tutti - persone di ogni età, genere e provenienza - organizzati in locali, piazze, strade, al centro dei quali si pone il valore della relazione

3. Lotta allo spreco: recupero e successiva distribuzione di cibo/frutta/verdura invenduta/non raccolta tramite azioni di spigolatura sociale e di sensibilizzazione esercizi commerciali

4. Comunoteca: uno spazio di condivisione, un magazzino virtuale accessibile dalla piattaforma comunoteca.obiettivofraternita.org dove ciascuno, gratuitamente, puo' dare o trovare abiti e oggetti di uso domestico, smessi ed in buono stato.

Il Portiere, Custode di Quartiere. Protagonismo civico per una comunità più coesa e solidale (2017 - 2018)

Il progetto è stato promosso da Cicsene, in partenerariato con Circoscrizione V° di Torino, ATC Torino, Novacoop-Presidio Soci di Corso Molise, Comitato Inquilini "ex Q-43°, Biblioteca Civica F.Corgnasso, Associazione Auser, Istituto Padre Gemelli, Polisportiva Campus, Parrocchia Beato Pier Giorgio Frassati, Parrocchia Santa Caterina da Siena, Unitre Torino. L'iniziativa è stata sostenuta da Compagnia di San Paolo nel quadro del bando "Abitare una casa, vivere un luogo".

Obiettivo generale del progetto è stato accrescere la coesione sociale nel quartiere Lucento di Torino, promuovendo socialità, partecipazione e miglioramento della qualità della vita e dell'abitare.

Sono stati obiettivi specifici:

• promuovere la partecipazione attiva, il protagonismo, l'aggregazione e la condivisione tra i residenti

• innescare meccanismi rigenerativi, tramite lo sviluppo di servizi collaborativi capaci di mettere in circolo le risorse individuali e collettive degli abitanti

• sostenere le fasce deboli nella loro dimensione abitativa e di vita quotidiana, contribuendo alla ritessitura di legami sociali di prossimità e reciprocità

• consolidare la centralità urbana e relazionale della Piazza Aleramo Beccuti

StraPIAZZAti! Lo spazio pubblico che prima non c'era! (2014 - 2015)

Il progetto "StraPIAZZAti! Lo spazio pubblico che prima non c'era", realizzato con il contributo della Compagnia di San Paolo in collaborazione con la Circoscrizione 5, Novacoop e Auser, ha preso avvio nel settembre 2014 per offrire continuità alle attività promosse dal Laboratorio Parenzo nell'ambito dell'omonimo Contratto di Quartiere, conclusosi a fine 2013. La realizzazione della piazza antistante la Novacoop di Corso Molise, in conseguenza di un intervento di riqualificazione dello spazio pubblico, ha rappresentato un'occasione reale per poter promuovere azioni territoriali partecipate dai cittadini.

Tra il 2014 e il 2015 sono state realizzate numerose attività di animazione territoriale in piazza, con l'obiettivo di promuoverne un uso condiviso e responsabile. In particolare:

sono stati promossi 4 eventi in piazza che hanno coinvolto ogni volta circa 150 tra adulti e bambini con laboratori e giochi, sfilate in maschera, momenti di danza e di intrattenimento musicale, di sensibilizzazione sociale, occasioni di lettura, una sperimentazione di "Bookcrossing", merende, aperitivi e una cena comunitaria finale

è stato avviato un percorso di coltivazione collettiva delle aiuole antistanti la piazza per imparare a "coltivare insieme il bene comune

- è stato scelto democraticamente e in modo partecipato il nome da attribuire alla piazza

- è stato realizzato il vademecum "Piazzamoci: consigli e regole per vivere meglio lo spazio pubblico" e un pannello da appendere in piazza

Leggi tutto...