Articoli

ACTECIM - Acteurs du territoire pour une éducation à la citoyenneté mondiale (2016 - 2018)

Si è conclusa la collaborazione di Cicsene nel quadro del progetto ACTECIM - Acteurs du territoire pour une éducation à la citoyenneté mondiale, finanziato all'interno del programma Erasmus Plus.

Il progetto, che ha coinvolto i Rettorati di Lyon e di Grénoble, Résacoop in Francia, l'Università di Craiova e l'Agenzia Regionale di Sviluppo d'Oltenie in Romania, la Regione Piemonte, il Consorzio delle Ong Piemontesi e l'Università degli studi di Torino in Italia, ha inteso  contribuire allo sviluppo di una cittadinanza attiva mondiale all'interno dei territori target di intervento (scuole, collettività territoriali, associazioni) presso i 3 Paesi (Italia, Francia e Romania), andando in particolar modo a condividere unità didattiche interdisciplinari e ad accompagnare un apprendimento per competenze, con focus sulla cittadinanza mondiale.

Cicsene è stato in particolar modo chiamato ad occuparsi di co-progettare e sperimentare moduli didattici in materia di educazione alla cittadinanza mondiale - sul territorio piemontese - e a partecipare ai momenti collettivi di lavoro in Italia e all'estero.

“REDDSO – Régions pour l’Education au Développement Durable et Solidaire” - Progetto n. DCI-NSA-ED/2012/287-834 (2013 - 2015)

Il progetto è stato finanziato con il contributo dell’Unione europea e promosso dalla Regione Rhône-Alpes in partenariato con RESACOOP (Réseau Rhône-Alpes d’Appui à la Coopération), Regione Piemonte e COP - Consorzio delle Ong Piemontesi, Generalitat de Catalunya - Departament d'Ensenyament de la Generalitat de Catalunya, Federación Catalana de ONG para el Desarrollo (FCONGD) e Voïvodie de Małopolska. Obiettivo del progetto è stato favorire l’avvio di un processo partecipativo nelle Regioni partners (Rhône-Alpes, Piemonte, Catalogna et Małopolska) per promuovere una definizione condivisa e una convergenza delle politiche pubbliche per l’educazione allo sviluppo sostenibile e alla solidarietà internazionale (EDD-SI) nei sistemi educativi mirando alla formazione di una cittadinanza sul piano mondiale. Nell'ambito delle attività condotte in Piemonte, CICSENE ha co-progettato ed accompagnato due percorsi didattici a Novara (4 Istituti coinvolti, in rete sul tema "consumo") e a Biella (3 istituti coinvolti, in rete, sul tema "spreco"), selezionati e finanziati attraverso apposito Bando emesso dalla Regione Piemonte, volti ad integrare a scuola l’educazione allo sviluppo sostenibile con l’educazione alla solidarietà internazionale, in una prospettiva di educazione alla cittadinanza mondiale. Inoltre CICSENE è stato incaricato di capitalizzare e valorizzare, attraverso la redazione di apposite schede, i 10 migliori percorsi didattici condotti sul territorio piemontese, disponibili sulla piattaforma ufficiale di progetto http://www.realglobe.eu/fr.

Scambi scolastici (1997 - 2008)

Pianeta Possibile si è impegnato nella realizzazione di scambi scolastici tra scuole italiane (dalle materne alle superiori) e scuole dei Paesi del Sud del mondo, con mobilità o a distanza.
In collaborazione con scuole ed enti locali, Pianeta Possibile ha realizzato scambi con scuole in Senegal, Burkina Faso, Camerun, Eritrea, Marocco, Tunisia, Egitto, Israele, Palestina, Bosnia Erzegovina.

Progetto GenerAzione Intercultura (2013 - 2014)

Si è concluso il progetto è co-finanziato dalla Regione Piemonte, Fondo Sociale Europeo (FSE) nel quadro del Bando Regionale per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro, approvato con D.D. n. 348 del 25/06/2012. Il progetto, promosso da Lvia in partenariato con Cicsene, ha inteso diffondere la cultura di parità e di non discriminazione nelle province di Torino, Cuneo, Alessandria, Novara. Le azioni hanno agito al fine di promuovere forme di cambiamento culturale per superare pregiudizi, attitudini e atteggiamenti discriminatori che trovano la loro causa nella diversità dell'altro: origine etnica, nazionalità, religione e convinzioni personali. I giovani sono stati i destinatari primari delle attività poiché sono proprio loro a sperimentare maggiormente nel proprio quotidiano, nei contesti scolastici e lavorativi, l'esistenza di una società multiculturale e le difficoltà di interazione che da ciò scaturiscono. Promuovendo un approccio partecipativo, il progetto ha coinvolto i giovani - italiani e di origine straniera - a lavorare insieme ed è stata così realizzata la piattaforma web www.generazioneintercultura.it dove sono disponibili i materiali di educational e di edutainment frutto del progetto - percorsi didattici, fiction interculturale, video cartoline, web TV - che possono essere utilizzati quale spunto per nuovi percorsi educativi e per la promozione di attività interculturali. E' inoltre disponibile on line sulla medesima piattaforma lo studio sociologico concernente l'approccio dei giovani e dei territori target ai temi della migrazione, integrazione e discriminazione: lo studio è stato elaborato a partire dalla somministrazione di questionari ai giovani studenti target del progetto ed interviste a personale docente, referenti di enti locali e di associazioni sui 4 territori target.

Formazione per insegnanti e operatori socioculturali (1997 - 2008)

Pianeta Possibile ha realizzato percorsi di formazione per insegnanti e operatori socioculturali sui temi dell'educazione interculturale, delle questioni migratorie e dell'integrazione socioculturale.